Google Keep è stato pensato per prendere appunti sotto forma di testi, elenchi, immagini, foto, note vocali, mappe, contenuti web da condividere eventualmente con altri account Gmail.

Google Keep si integra perfettamente con altri strumenti quali Gmail, Google Calendar Google Maps e tanti altri.

Volendo utilizzare la App dedicata, basterà scaricarla dallo store: Play Store per Android e App Store per iOS e sincronizzarla con il proprio account Google.

Per avviare la scrittura di una nota su Google Keep si deve cliccare sul pulsante “+” colorato e digitare il titolo e il testo della attività che si vuole ricordare.
Cliccando sull’icona contraddistinta dal simbolo + all’interno del quadratino in basso a sinistra si apre un menù scorrevole dal quale è possibile scegliere se aggiungere una foto, un’immagine, un disegno, una registrazione vocale o delle caselle di controllo.
Cliccando sull’icona contraddistinta da tre puntini è possibile eliminare, creare una copia, condividere, aggiungere collaboratori, creare etichette e perfino colorare la nota per metterla in evidenza.
Cliccando sull’icona a forma di campanello è possibile scegliere la data e l’ora (sarà poi visibile su Google Calendar, all’interno del calendario Promemoria) e il luogo.

Google Keep è utile anche per prendere appunti sul web, e memorizzare un luogo (utilizzando Google Maps) catturando di volta in volta i contenuti ritenuti interessanti direttamente all’interno di una nuova nota.

Su tutti i dispositivi Android, è possibile selezionare l’icona “Altro” (i 3 puntini) e, quindi, “Condividi”. In alternativa si può utilizzare il classico simbolo di condivisione. Selezionare, quindi, “Keep” (icona gialla con lampadina). In automatico si crea la nota, modificabile con titolo e nuovi contenuti.

Per quanto riguarda i dispositivi iOS quando si desidera salvare un contenuto in una nota, occorre cercare l’icona di condivisione (la freccia rivolta verso l’alto) e toccare, poi, l’icona “Altro” (in questo caso 3 punti in successione)e selezionare Google Keep.